Ink over

Quanti di noi hanno una stampante a getto d’inchiostro? Molti, direi che è il tipo più diffuso. Per chi non lo sapesse, è sufficiente accendere e spegnere una stampante per consumare inchiostro. In realtà le cose sono più complesse: per assicurarsi un certo volume di vendita, i vari produttori hanno aggiunto dei chip che decidono quando è ora di chiudere il rubinetto, anche se di inchiostro ce n’è ancora in abbondanza. Per non regalare troppi soldi si può ricorrere a strumenti come questo o quest’altro, ma l’utente medio non li scoprirà mai.

Annunci

~ di karminio su 16 ottobre 2006.

6 Risposte to “Ink over”

  1. io ho provato a cliccare sui link… ma non ci ho capito niente! 😦 ti prego non far diventare il tuo blog come quello di Tambu! Ogni volta che entro mi viene da piangere, non capisco niente di quello che scrive, e l’unico modo che ho per commentare i suoi post è: “ciao ho letto e commentato” e bon! 😦

  2. Ok, terrò a ente il consiglio 😉 Grazie per la visita.

  3. ma bravi!!! non è bello sparlare degli assenti, lo sapete? 🙂

  4. Dai, voleva essere più un complimento che altro, il tuo è un blog molto tecnico 😉

  5. […] Cosa voglio dire con questo? beh, non molto. Internet mi piace, molto, quindi scrivo per lo più internet. Internet lo vivo, a casa e in ufficio, e pure fuori, alle cene passate e future, ai meeting, ai barcamp, ai compleanni dei forum… è normale che su internet io scriva DI internet, ma non voglio che questo sia motivo di allontamento per nessuno. Per cui, lo prometto, cercherò di scrivere più spesso qualcosa che possa essere commentato anche con qualcosa di più di un semplice “ciao, ho letto e commentato” (tipo questo post, si ) Socialbookmarka:queste icone portano a siti di social bookmarking dove si possono salvare le pagine e scoprirne di nuove. […]

  6. Che le grandi case produttrici le studino tutte per “fregare” l’utente finale è poco ma sicuro (le cartucce costano più delle stampanti… come se la benzina costasse più dell’automobile!!!!), ma non sarei così pessimista sul fatto che i consumatori non si stiano guardando intorno alla ricerca di un’alternativa alle cartucce originali.
    Del resto in Italia si dice: fatta la legge… trovato l’inganno!!!
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: